Shuttle snc
SHUTTLE SNC
servizi di noleggio con conducente
 
line decor Via Lupo Protospata, 80 - 75100 MATERA - tel. +39 3809051169 - tel. +39 3338512310 fax +3908351900101 - mailto:noleggio@shuttlematera.com 
versione italiana english version version francaise
 
line decor
 
 
 
 
 

Cripta del peccato originale


Cripta del peccato originalePoco distante dalla via Appia, attraversando il silenzioso sentiero di Pietrapenta tra vigneti e campi di grano, si giunge alla Cripta del Peccato Originale, una cavità naturale a strapiombo sul versante destro del torrente “Gravina di Picciano”. Questo eccezionale oratorio rupestre, rappresenta una delle più antiche testimonianze dell’arte rupestre del Mezzogiorno d’Italia. Il suo straordinario ciclo di affreschi, realizzato cinquecento anni prima di Giotto, evidenzia i caratteri tipici dell’arte benedettina-beneventana riassunta stilisticamente dalla temperie culturale longobarda (secc. VIII-IX).

Per il valore teologico e artistico del compendio pittorico la chiesa-grotta è stata definita la ‘Cappella Sistina’ della pittura parietale rupestre. L’umile frescante, ricordato come il Pittore dei Fiori di Matera, ha illustrato sulla parete di fondo il racconto biblico dei primi capitoli della Genesi. Destinata al popolo dei fedeli, la raffigurazione pittorica mostra Dio Padre Creatore, la Luce, le Tenebre, la creazione di Adamo, la nascita di Eva, la tentazione e il Peccato Originale. Il racconto veterotestamentario della Creazione lascia spazio, nelle tre conche absidali, alle splendide triarchie degli Apostoli (Pietro, Andrea e Giovanni), degli Arcangeli (Michele, Gabriele e Raffaele) e alla venerazione della Vergine Regina.
Cripta del peccato originaleCripta del peccato originale

Muschi, licheni, alghe e cianobatteri hanno aggredito il prezioso ciclo di affreschi, per anni ignorato e abbandonato. Il recupero della Cripta, promosso dalla Fondazione Zétema, ha visto la consulenza dell’Istituto Centrale del Restauro e la partecipazione di impegnate professionalità; non si è trattato di un semplice intervento di restauro ma si è voluto costruire un modello di riferimento scientifico, un codice di pratica per i futuri interventi sul patrimonio rupestre mondiale.

Cripta del peccato originale

Giardino naturalistico di Pietrapenta

La visita alla Cripta del Peccato Originale, oltre ad una raffinata guida alla lettura degli affreschi, è ricca di ulteriori contenuti e spunti di riflessione: dalla interessantissima struttura geologica della grotta naturale, al paesaggio agreste con vigneti e uliveti. Inoltre, sulla superficie di terra sovrastante la Cripta, i visitatori hanno l’opportunità di osservare il Giardino Naturalistico di Pietrapenta, un progetto della Fondazione Zétema che ha lo scopo di ricreare un parco di essenze e piante autoctone.

Il giardino è una sorta di “quaderno” aperto con il compito di illustrare la filosofia da cui il progetto è nato: ripristinare le essenze spontanee e raccontare che la flora, al pari delle tradizioni e della cultura, fa parte delle specificità di un luogo. La scelta delle specie di fiori, erbe, essenze e arbusti è stata fatta, perciò, in base ad uno studio specifico perché non vi fossero tra esse piante estranee al territorio. Alcune tra le specie presenti sono: Thymus capitatus, Juniperus, Coronilla, Myrtus tarentino, Rosmarinus officinalis, Asphodelus, Rosa Canina, Ginestra ecc.

Inoltre, una degli scopi principali del Giardino Naturalistico è quello di vedere fiorire ogni anno quello che si pensa fosse il fiore a cui si è ispirato il ‘Pittore dei Fiori di Matera’: con molta probabilità il Cistus Albidus. Il frescante ne avrebbe stilizzato la corolla creando quello straordinario tappeto su cui fluttuano le figure dei “cento santi”. Si tratta di una pianta originaria delle zone mediterranee che cresce in piccoli arbusti su cui i fiori, rosa o lilla, sbocciano riuniti in gruppi da a due a sei.

I visitatori della Cripta potranno quindi, ora più che mai, apprezzare il paesaggio circostante la chiesa rupestre e goderne appieno i suoi colori e profumi nei momenti che precedono e seguono la audio-guida all’interno della chiesa affrescata.

La Cripta del Peccato Originale è visitabile dal martedì alla domenica su prenotazione.

Per informazioni e prenotazioni contattare:

Artezeta Coop al numero +39 320 5350910

o scrivere al seguente indirizzo info@artezeta.it

Per ulteriori informazioni visitare il sito internet www.artezeta.it

 

 

 

 

 

DOVE SIAMO

DOVE
SIAMO

I NOSTRI MEZZI

Shuttle snc: i nostri mezzi

Shuttle snc: i nostri mezzi

TARIFFE

Bari
Ferrandina
Metaponto
Alberobello
Chilometraggio

LA FESTA DEL 2 LUGLIO

il 2 luglio materano

L'ARTIGIANATO

L'artigianato locale

IL PANE DI MATERA

il pane di Matera

MUSMA IL MUSEO IN GROTTA

MUSMA il museo in grotta